Passato prossimo Onlus

Siamo un’associazione nata nel 2015 con lo scopo di tutelare, promuovere e valorizzare le cose di interesse artistico e storico, con un focus particolare sulle biblioteche e gli archivi, favorire la conoscenza e l’amore per le arti attraverso progetti ed attività.
Crediamo in una società fondata sulla libertà, sull’equità, sulla democrazia, sul rispetto per la dignità e l’integrità umana, sulle pari opportunità per tutti, sulla solidarietà e sulla tolleranza, sullo sviluppo sostenibile.

Il nostro lavoro si suddivide in tre categorie: ARCHIVI, BIBLIOTECHE e DIDATTICA.


Passato prossimo e gli archivi

Collaboriamo con enti pubblici e privati alla gestione dei beni culturali (carte, fotografie, audio-visivi) svolgendo attività di restauro, pulizia, conservazione, riorganizzazione, riordinamento, descrizione, schedatura, inventariazione, censimento, ricondizionamento, gestione degli spazi e tutto quello che la buona gestione di un patrimonio documentario richiede.
Inoltre, promuoviamo gli archivi e la memoria storica attraverso eventi di carattere culturale.

Attraverso la fotografie, ogni famiglia costruisce una cronaca illustrata di se stessa, un corredo portatile di immagini che attestano la sua compattezza. Non ha molta importanza quali attività vengono fotografate, purché si facciano e si tesaurizzino le foto.

Susan Sontag, Sulla fotografia


Passato prossimo e le biblioteche


Per consultare i materiali presenti nelle biblioteche, siano essi libri, riviste, CD e DVD, è necessaria la catalogazione, che permette all’utente una ricerca a più livelli: autore, titolo, anno, argomento.
Per le biblioteche Passato Prossimo Onlus offre servizi di: riordinamento, catalogazione on-line, etichettatura e servizio di quick reference.


Passato prossimo e la didattica


Promuoviamo e divulghiamo la storia, progettiamo e svolgiamo programmi e attività didattiche e formative. L’obiettivo è avvicinare le giovani generazioni alla conoscenza dei patrimoni storici culturali come strumento di comprensione della contemporaneità.
I destinatari dei programmi sono docenti e studenti di scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado.
I temi sviluppati e proposti sono la storia e la fotografia, la valorizzazione e la gestione dei patrimoni storici, l’archivistica, la conservazione dei beni culturali.