Passato prossimo Onlus

Passato prossimo è un’associazione no-profit nata nel 2015, con lo scopo di tutelare e valorizzare il patrimonio culturale, con un focus particolare sulle biblioteche e gli archivi.
Passato prossimo promuove la conoscenza storica e la memoria attraverso progetti ed attività diversi, affinché il Passato non resti un riferimento lontano, ma sia più prossimo e  viva nel Presente  con il suo bagaglio di conoscenze e insegnamenti.
Passato prossimo crede in una società fondata sulla libertà, sull’equità, sulla democrazia, sul rispetto per la dignità e l’integrità umana, sulle pari opportunità per tutti e sulla solidarietà.

Le attività dell’associazione si svolgono principalmente in tre ambiti: ARCHIVI, BIBLIOTECHE e DIDATTICA.


Passato prossimo e gli archivi

Passato prossimo  collabora con enti pubblici e privati per la corretta gestione dei patrimoni culturali: negli archivi  – cartacei, fotografici, audio-visivi e digitali – svolge attività di riordinamento e descrizione per la corretta conservazione, utilizzando software e data base diversi. 
Passato prossimo promuove gli archivi attraverso eventi di carattere culturale e attività didattiche rivolte ad adulti e bambini.


Passato prossimo e le biblioteche


La biblioteca è un servizio finalizzato a soddisfare bisogni informativi quali studio, aggiornamento professionale e svago. Essa può conservare libri, riviste, CD e DVD; tale patrimonio culturale è destinato a una utenza finale individuata.
Per consultare questi materiali, è necessaria la catalogazione, che permette all’utente una ricerca a più livelli: autore, titolo, anno, argomento.
Per le biblioteche Passato Prossimo Onlus offre servizi di : riordinamento, catalogazione on line, etichettatura e servizio di quick reference. L’associazione promuove, organizza e gestisce nelle biblioteche  momenti culturali e socio-educativi tramite letture animate, laboratori creativi e spazi educativi.


Passato prossimo e la didattica


Promuoviamo e divulghiamo la storia, progettiamo e svolgiamo programmi e attività didattiche e formative. L’obiettivo è avvicinare le giovani generazioni alla conoscenza dei patrimoni storici culturali come strumento di comprensione della contemporaneità.
I destinatari dei programmi sono docenti e studenti di scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado.
I temi sviluppati e proposti sono la storia e la fotografia, la valorizzazione e la gestione dei patrimoni storici, l’archivistica, la conservazione dei beni culturali.